SERIAL KILLER..?

Il Manifesto così denomina i poliziotti di Atlanta che hanno abbattuto (ieri s.e.), con tre colpi alle spalle, un (altro) afroamericano.

Ma il serial killer è una figura della criminalità individuale, caratterizzata dalla serialità, numerosità, del comportamento omicidiario.

Non è una figura della criminalità collettiva formata, organizzata o associata, pur quando questa operi serialmente, uccidendo o altrimenti delinquendo.

A questa figura, di criminalità organizzata o associata, più rettamente, quindi, andrebbe riportata, in ipotesi, la polizia americana reiteratamente assassina degli afroamericani.

Pur se tale denominazione essa rifiutasse, affermandola, anche per averla impressa, pertinente esclusivamente agli aggregati sociali oggetto delle sue inquisizioni.

Perchè le denominazioni sono sovente transitive, traslative, e strategiche, strumentali alla schermatura dell'autore, alla sua disidentificazione dal denominato...

pietro diaz

Questa voce è stata pubblicata in frammenti, Prima Pagina. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *