18.03.17

Indubbiamente..

“Al minimo dubbio nessun dubbio” agita ‎superbo il tiratore d’arma teorizzando sulla apparizione repentina di un possibile cecchino davanti a sé, nel film “il mercenario”, interpretato da Robert De Niro…
Lo agita, e lo pratica, anche la “polmagistratura” penale italiana‎, che, “oltre ogni ragionevole dubbio”, e contro il metodo cognitivo che il detto, posto nell’art 530 cpp, impone, strozza sul nascere ogni minimo dubbio, perfino dalla fase nella quale il giudizio cognitivo non è nemmeno iniziato, fin dalla “fase delle indagini”, nella quale tutto è in fatto e per principio incerto:
lì, al minimo dubbio, come il mercenario spara, essa carcera.

Questa voce è stata pubblicata in frammenti. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *