ROSATO ! EPPUR GENITORE DELLA LEGGE ELETTORALE DELLA REPUBBLICA…


“….i colleghi parlamentari dei Cinquestelle…. hanno avuto Camilla, auguri da tutti noi…”

È presentabile, alla massima istituzione della repubblica, da un membro del parlamento lì solo per “rappresenta(re) la Nazione" (art 67 cost), per di più nell’occasione presidente di una Camera, tanta minuzia fattuale, routine sociale, inconsistenza politica, insussistenza pubblica, irrilevanza nazionale, particolarità neonatologica privata?

Anzi, non sarebbe del tutto impresentabile?

Per l’indecenza del vanto della colleganza, da rappresentanti del Popolo, ingagliardita da “tutti noi” ben distinti dal Popolo?

Per l’impudenza della “partecipazione del lieto evento” dai genitori, che a differenza (e alla faccia) della maggiore parte del Popolo, si sono ingegnati di metter su casa e famiglia a spese del Popolo (50.000 mensili tra moneta beni servizi ed esenzioni!), ed in cambio di nient’altro, al postutto, che “ammuine” (simulazioni di esistenza funzionale e di attività pubblica)?

Ed allora

Non basterà tanta pochezza stilistica, estetica, etica, culturale, civica, per negare definitivamewnte il consenso elettorale a siffatta subumanità politicante?
pietro diaz

Questa voce è stata pubblicata in frammenti, Prima Pagina. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *