Sindacato “camuso…”

"La cigielle baratta il si' al referendum con ' la patrimoniale'"; , questa la notizia apparsa sulla stampa.

Se vera, al sindacato "di sinistra" dei lavoratori (come già a quello "di centro", alla cisl) poco importa della sovranità politica d'essi:

nel sistema parlamentare nazionale, minacciato dal monocameralismo; nel sistema parlamentare regionale, minacciato dalla menomazione  delle prerogative legislative; nel sistema amministrativo provinciale, minacciato dalla abolizione della elettivita' degli organi; nel sistema socioeconomico nazionale, minacciato dalla abolizione del CNEL (Consiglio nazionale per la economia ed il lavoro: organo,  negli auspici, della politica economica altra da quelle governativa, e "corporativol" per la competenza dei membri);

Come poco importa della sovranità fiscale, nazionale o locale', d'essi, se reputano che con un altro prelievo, "la  patrimoniale", invece che con l'abbattimento di tutto il prelievo che  mantiene parassitismo e consumismo,  ingordi, dei ceti pubblici (civili amministrativi paramilitari militari giudiziari), asservendo i privati, impoverendoli, distruggendone le iniziative economiche, espellendoli dalla possibilità del lavoro del risparmio del consumo, proletarizzandoli...

(se reputano che con un altro prelievo, dicevasi), promuovano, come in passato, la nuova politica ...

Questa voce è stata pubblicata in Scrivi sul tema "Boschi Etruria in Renzi alla Revisione della Costituzione?!?". Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *